home page
  origini  evoluzioni.asp  stili  
  > DA LEGGERE
    seminari
    fiere e convegni
    articoli
    il movimento
    biblioteca
    leggi e decreti
     
  > LE SCUOLE
    sedi
    corsi
    iscrizioni
     
  > I CENTRI
    sedi
    iscrizioni
     
  > GLI OPERATORI
    elenco operatori
    iscrizioni
     
  > GLI ALBI
    ass. di operatori
    ass. di scuole
    altro
     
  > UTILITY
    negozio
    forum
    faq
    newsletter
    annunci
    offerte di lavoro
    photo gallery
    links
    contattaci
    area riservata
     
  > IL MAGAZINE
    in questo numero
    articoli
    abbonati
     

[pagina precedente]

- 15/09/2005

shiatsu e dolore

Testo:
ho recentemente fatto un massaggio shiatsu. alla fine stavo molto bene ma l'indomani ho avvertito dolori nella colonna vertebrale, all'altezza delle scapole ed ho avuto un attacco di emicrania di cui soffro spesso. è normale o si tratta di un massaggio fatto male

Risposta:
Il concetto di "normale" è abbastanza estraneo alla vita; se vogliamo tutto è normale e nulla è normale; ma veniamo allo shiatsu. Le pressioni shiatsu stimolano la risposta vitale, la risposta vitale si manifesta in vari modi, a volte anche con sensazioni non gradevoli. Noi siamo abituati a considerare il dolore un nemico da combattere, possiamo cominciare a considerarlo una manifestazione vitale da valutare con interesse, senza classificarlo nella contrapposizione bene-male. Per noi occidentali moderni suona strano ma entrare nel mondo dello shiatsu senza mettere in discussione questo schema abituale rischia di lasciarci spesso senza risposte. Di solito un operatore esperto cerca di dosare le pressioni in intensità, ritmo e durata in modo che l’organismo vivente abbia una reattività tale da non dare senzazioni sgradevoli alla persona trattata. Ma essendo ogni persona e ogni trattamento unico e irripetibile, può succedere che la reazione sgradevole avvenga lo stesso. Chiedi all’operatore, la prossima volta di alleggerire le pressioni, o abbreviare il trattamento, o cambiare ritmo ecc. comunque di ridimensionare gli stimoli in modo che "Caterina" abbia stimoli vitali entro la "sua" gamma di capacità di utilizzo pieno e ben vissuto. auguri Claudio Parolin


Di seguito puoi esporre il tuo quesito. I campi contrassegnati dal simbolo * sono obbligatori.
Presto riceverai la risposta al tuo quesito direttamente al tuo indirizzo di posta elettronica.
Titolo *


Testo *


Indirizzo di posta elettronica *






 SELEZIONA UNA PROVINCIA