home page
  origini  evoluzioni.asp  stili  
  > DA LEGGERE
    seminari
    fiere e convegni
    articoli
    il movimento
    biblioteca
    leggi e decreti
     
  > LE SCUOLE
    sedi
    corsi
    iscrizioni
     
  > I CENTRI
    sedi
    iscrizioni
     
  > GLI OPERATORI
    elenco operatori
    iscrizioni
     
  > GLI ALBI
    ass. di operatori
    ass. di scuole
    altro
     
  > UTILITY
    negozio
    forum
    faq
    newsletter
    annunci
    offerte di lavoro
    photo gallery
    links
    contattaci
    area riservata
     
  > IL MAGAZINE
    in questo numero
    articoli
    abbonati
     

trovate 129 news
vai a pagina 12345678910111213141516171819202122

domenica 3 agosto 2003
legge Quadro- Portogallo
domenica 3 agosto 2003
Comunicato - assoc. shiatsu
domenica 3 agosto 2003
Ultimissime 22 agosto 2003
lunedì 7 luglio 2003
Ultimissime 7 luglio 2003
venerdì 20 giugno 2003
Ultimissime 18 giugno 2003
lunedì 9 giugno 2003
Ultimissime 10 giugno 2003


stampa la notizia

Comunicato - assoc. shiatsu

La Redazione - Mondo Shiatsu

Lo shiatsu e il PDL Lucchese

Comunicato delle maggiori organizzazioni rappresentative degli operatori e delle scuole di shiatsu
Le associazioni di Operatori, Scuole e praticanti del mondo dello shiatsu, dopo un attento studio del PDL Lucchese e la partecipazione diretta a incontri e dibattiti con numerosi esponenti politici, esprimono le seguenti considerazioni.
a) l'impianto del PDL, per quanto frutto di un cospicuo lavoro di informazione e confronto con le Associazioni di categoria da parte del Relatore, sembra ancora inadeguato a cogliere nel suo insieme il significato che ha avuto la grande espansione delle Discipline non convenzionali in questi ultimi 30 anni. 
Per procedere nel necessario lavoro di produzione di leggi che normino e tutelino adeguatamente quest'area di Utenti, è necessario riconoscere concretamente che stiamo partecipando allo sviluppo di una nuova area sociale , trasversale ad ogni assetto politico, culturale ed economico, che ha sviluppato nei confronti della (propria) Salute un approccio conoscitivo e pragmatico nuovo e diverso rispetto a quanto è esistito fino ad oggi e, soprattutto, nuovo rispetto ai concetti su cui sono basate le leggi attuali che riguardano la Salute. 
Di questa area lo shiatsu sicuramente costituisce una espressione di notevole rilevanza, avendo fortemente contribuito a promuovere e sviluppare un' idea di Salute che si pone oltre l'equazione salute = assenza di patologie, ma coinvolge la piena espressione delle potenzialità vitali e umane della persona. 
Le nostre Associazioni, le nostre Scuole e i nostri Operatori hanno da sempre sostenuto e favorito il principio dell'inalienabile diritto dell'Utente al sostegno della sua personale richiesta di Salute, nel rispetto della soggettività e della pluralità di bisogni e aspettative che ogni singolo essere umano può esprimere in un territorio così ampio e multiforme come quello della Salute, come sopra definita. 
Dal rispetto di questo principio discende la specificità unica della relazione professionale che intercorre tra ogni Utente e Operatore nell'ambito della ricerca del miglior stato di Salute conseguibile con la strumentazione che la tecnica shiatsu permette, che si concretizza in una profonda collaborazione operatore-utente e in una dimensione evolutivo-educativa che coinvolge operatore e utente in un comune processo di consapevole crescita nella gestione della propria vitalità.
b) l'impianto del PDL riconduce la disciplina dello shiatsu all'attuale quadro normativo delle professioni sanitarie già esistenti, nonostante esso sia, per le motivazioni menzionate, manifestamente inadatto a cogliere la radicale diversità rappresentata dalla pratica dello shiatsu e di altre discipline emergenti, con l'inevitabile risultato di tarparne lo sviluppo e inibirne una feconda espressione sul piano del benessere per i cittadini, dell'occupazione per gli operatori, dei benefici per le risorse economiche del Paese.
c) lo shiatsu (a cui milioni di cittadini hanno conferito una fiducia crescente negli ultimi vent'anni) viene così forzato in un asse obbligato "professione sanitaria - laurea triennale - università" a causa dell'evidente difficoltà che il PDL trova nel raccogliere sul piano della proposta legislativa l'esigenza espressa dalle Associazioni di definire un nuovo settore in grado di valorizzare la forza innovativa dello shiatsu e delle altre discipline emergenti 
Questa oggettiva forzatura, che mette soprattutto le Scuole di formazione in condizioni di non poter più operare, crea le condizioni per una alterazione radicale della formazione stessa, che non potrà non incidere sulla qualità degli Operatori formati domani e sulla natura stessa della disciplina che essi eserciteranno. 
Poiché le strutture della Sanità e dell'Università non sono oggi in grado di gestire le nuove discipline a livello operativo e formativo, il maggior timore delle Associazioni di categoria è che in poco tempo vengano annullate o stravolte proprio le peculiari caratteristiche che hanno reso lo shiatsu così ben accetto e di riconosciuta utilità per l'Utenza. 
d) riaffermiamo quindi la necessità che le forze politiche e il Parlamento rendano giustizia alle organizzazioni storiche dello shiatsu in Italia e agli operatori che in questi anni l'hanno diffuso con competenza e onestà, riconoscendone e confermandone il ruolo centrale nell'elaborazione culturale, nella definizione della figura professionale e nella gestione degli iter formativi, fugando ogni dubbio sui rischi che essi vengano espropriati a favore di categorie che nulla hanno a che fare con lo shiatsu e la sua storia. 

Pertanto le organizzazioni dello shiatsu 
chiedono
una profonda e generale revisione del DPL basata sul "pluralismo culturale" e sulla "fondazione" di un nuovo settore realmente innovativo che rispetti, tuteli e promuova le peculiarità culturali, sociali e professionali dello shiatsu e delle altre discipline emergenti. In questa prospettiva le organizzazioni dello shiatsu hanno concordemente elaborato proposte che ritengono idonee a delineare adeguate soluzioni legislative.

Le organizzazioni dello shiatsu, grazie anche al ricco confronto sviluppato in questi mesi e all'unità organizzativa realizzata, si pongono come referente autorevole e propositivo nel settore rappresentato e pertanto si rendono disponibili a una fattiva collaborazione in tutte le sedi che che gli interlocutori politici riterranno più adeguate e produttive.

Agosto 2003 

le organizzazioni firmatarie 


A.P.I.S. Associazione Professionale Italiana Shiatsu
A.P.O.S. Albo Professionale Operatori Shiatsu
A.S.S.I. Associazione Scuole Shiatsu Italiane
F.N.S.S. Federazione Nazionale Scuole Shiatsu
F.I.S. Federazione Italiana Shiatsu



 SELEZIONA UNA PROVINCIA