home page
  origini  evoluzioni.asp  stili  
  > DA LEGGERE
    seminari
    fiere e convegni
    articoli
    il movimento
    biblioteca
    leggi e decreti
     
  > LE SCUOLE
    sedi
    corsi
    iscrizioni
     
  > I CENTRI
    sedi
    iscrizioni
     
  > GLI OPERATORI
    elenco operatori
    iscrizioni
     
  > GLI ALBI
    ass. di operatori
    ass. di scuole
    altro
     
  > UTILITY
    negozio
    forum
    faq
    newsletter
    annunci
    offerte di lavoro
    photo gallery
    links
    contattaci
    area riservata
     
  > IL MAGAZINE
    in questo numero
    articoli
    abbonati
     

trovate 66 news
vai a pagina 1234567891011

martedì 14 maggio 2013
Allegato newsletter N°5
giovedì 31 gennaio 2013
Kata “Shin Wa”
martedì 1 febbraio 2011
News DBN
mercoledì 1 dicembre 2010
CIBO: risorsa, rischio, cultura, arte
martedì 1 giugno 2010
La vecchiaia non è una malattia
mercoledì 25 marzo 2009
Shiatsu Do - Arte del Vivere


stampa la notizia

Ultimissime 15 novembre 2003

Claudio Parolin - Mondo Shiatsu

La legge per le DBN avanza su tutti i fronti
Lombardia

All’audizione convocata il 12 novembre presso la VII Commissione (Formazione) del Consiglio Regionale della Lombardia per il PDL 335, la legge per le discipline Bio-Naturali, la sala è gremita da almeno un centinaio di rappresentanti di associazioni, federazioni, albi, consorzi, sindacati delle discipline bio-naturali.
I politici presenti, firmatari delle leggi in esame, Macconi di A.N., Monguzzi dei Verdi, Pezzoni della Lega, La Russa di A.N., Ferretto di A.N., (assenti giustificati Valentini di F.I. e Zambetti dell’U.D.C.) stupiti (e gratificati) della massiccia e qualificata presenza, danno un breve panorama dei contenuti dei testi in esame e passano la parola ai rappresentanti delle Discipline Bio Naturali, per le osservazioni, i rilievi, le proposte.
Gli iscritti a parlare sono circa 40; una passerella di rappresentanti che nella stragrande maggioranza si esprimono a favore della legge 335, che istituisce un nuovo e autonomo settore, il settore delle DBN appunto, e lo regolamenta con una struttura normativa agile ed essenziale.
Poche sono le voci che esprimono dissenso, non su questioni di sostanza, da parte di alcune associazioni che proponevano piccole variazioni, o che si preoccupavano di tutelarsi dai possibili rischi legati alla legislazione nazionale. 
Qualcuno, nella fattispecie due naturopati, approvando la legge regionale, proponevano anche un ampliamento della formazione e delle competenze della figura professionale a livello nazionale prefigurando in pratica una doppia figura, o una figura professionale a due livelli.
Una sterile (e dannosa) polemica viene sollevata dal rappresentante della FIS che critica il termine Bio (anche due altri oratori propongono una variazione del nome delle discipline) ricevendo una secca risposta da parte del Presidente della Commissione che sottolinea come non sia un problema di termini ("se cerchiamo un nome che piaccia a tutti non finiamo più") ma di sostanza, di contenuti e di meccanismi della legge.
Comunque in generale il progetto è risultato fortemente gradito alle associazioni e i rappresentanti dei partiti ne hanno preso atto; chiudendo la riunione, dopo quasi 4 ore di interventi, il Presidente ha ribadito il fermo proposito a portare avanti il PDL, mirando ad una approvazione in Commissione prima di Natale e in aula entro febbraio.
Si tratta ora di cominciare a lavorare ad un regolamento che attui nel modo più efficace e rispettoso delle DBN e delle realtà esistenti in regione, tutta la materia e riempia di contenuti l’impalcatura fornita dalla legge.  

Toscana
Il PDL per le DBN, già approvato in Commissione Sanità, è stato esaminato e dibattuto in un convegno, organizzato dai Verdi, giovedì 13 novembre a Firenze.
Ampi consensi e riconferma da parte dei politici presenti, in particolare del verde Fabio Roggiolani, primo firmatario della legge, dell’impegno a portare entro un paio di mesi la legge in Consiglio Regionale dove, stante l’appoggio già espresso dai capigruppo della maggioranza, l’esito positivo sembra scontato.

Veneto
Il PDL è stato esaminato nella Commissione Cultura e votato dai soli esponenti della maggioranza di centrodestra. Il primo firmatario, Daniele Stival della Lega Nord, ha fermamente respinto ogni tentativo di svuotare i contenuti della legge, anche se ha dovuto accettare alcune variazioni (la più rilevante, salvo ripensamenti dell’ultima ora, sembra essere la sostituzione del termine Discipline con il termine Attività proposta dall’esponente di F.I.).Un rilevante elemento di debolezza è costituito dall’intransigente opposizione del centro-sinistra, che nonostante tutti i nostri sforzi di mediazione, continua pervicacemente e inspiegabilmente a boicottare il progetto di legge. 
L’atteggiamento appare ancora più incomprensibile alla luce delle iniziative a favore di leggi per le DBN promosse dal centrosinistra in Friuli, Toscana, Liguria ecc., sostenute con forza anche dagli esponenti nazionali dell’ulivo che si occupano del settore. 
L’impressione è che si tratti di una opposizione non legata ai contenuti della legge ma a "questioni politiche interne"; resta difficile per le decine di migliaia di professionisti e di utenti coinvolti nella legge accettare che oscure manovre politiche possano impedire il confronto su una legge così importanti per la promozione del benessere dei cittadini.

Friuli
Il testo della legge è in fase di adeguamento per una stesura definitiva che esamini tutti gli aspetti applicativi (il termine probabile è il 28 novembre). Il nuovo governo regionale, che sostiene con forza il PdL per le DBN, ha incaricato un esponente dello shiatsu, il presidente dell’Associazione Scuole di Shiatsu Italiane, Gianni Pizzati, per un progetto teso a sviluppare una nuova cultura del benessere e una rete sul territorio (di centri, associazioni, scuole ecc.) atta a generare una miglior qualità della vita per i cittadini. Si tratta di valorizzare le DBN, riconosciute e regolamentate dalla legge in approvazione (shiatsu, yoga, tai chi ecc.) per dare concreto significato all’idea di salute come …"piena espressione delle risorse vitali della persona", come recita l’Organizzazione Mondiale della Salute. 

Piemonte
Nel mese di ottobre si è svolta l’udienza presso la Corte Costituzionale per l’esame del ricorso del Governo contro la legge per le Medicine non Convenzionali e le Discipline non Convenzionali approvata nell’ottobre 2002 e del controricorso presentato dalla Giunta Regionale del Piemonte.La sentenza è attesa per il 12 dicembre.
In caso di sentenza favorevole alla regione Piemonte la condizione di monopolio sulla salute preteso dalla corporazione dei medici subirebbe un grave colpo; se la sentenza fosse a favore del Governo avremmo comunque una conferma dell’avvedutezza della nostra strategia che punta ad un riconoscimento di un settore autonomo (le DBN appunto) fuori dall’ambito sanitario che ci metterebbe al riparo da possibili ricorsi analoghi a quello piemontese.  

Altre Regioni
Altre regioni si sono mosse in questo ultimo periodo presentando PdL per le Medicine non Convenzionali e/o per le Discipline Bio Naturali.
Calabria, Abruzzo con PDL simili a quello Piemontese, provincia autonoma di Trento con un PDL sulle DBN.
  
Pordenone: tavola rotonda sui PDL presentati per le DBN nel triveneto il 28 settembre con la partecipazione dei politici presentatori delle leggi e dei rappresentanti delle DBN presenti e autorevoli in regione.


Consultazione dell’Organizzazione Mondiale della Salute. Per la prima volta nella storia un esponente dello shiatsu è invitato ad una "consultation" dell’O.M.S. che raggrupperà 80 esperti provenienti da tutto il mondo per la stesura delle linee guida per "le medicine complemetari, integrate/alternative".Il Delegato alle Relazioni Istituzionali dell’APOS, Claudio Parolin, parteciperà nei giorni 1,2 e 3 dicembre a questa importante scadenza e porterà un documento che proporrà di estendere a tutto il mondo la creazione del settore autonomo e integrato in costruzione in Italia.L’autorevolezza dell’istituzione e la presenza dei maggiori esperti mondiali del settore darà ampia risonanza e notevole peso al progetto italiano di un nuovo settore autonomo e integrato finalizzato alla costruzione di una miglior qualità della vita grazie alle DBN.Pubblicheremo sul portale il documento e una relazione sullo svolgimento della "consultation".



 SELEZIONA UNA PROVINCIA