home page
  origini  evoluzioni.asp  stili  
  > DA LEGGERE
    seminari
    fiere e convegni
    articoli
    il movimento
    biblioteca
    leggi e decreti
     
  > LE SCUOLE
    sedi
    corsi
    iscrizioni
     
  > I CENTRI
    sedi
    iscrizioni
     
  > GLI OPERATORI
    elenco operatori
    iscrizioni
     
  > GLI ALBI
    ass. di operatori
    ass. di scuole
    altro
     
  > UTILITY
    negozio
    forum
    faq
    newsletter
    annunci
    offerte di lavoro
    photo gallery
    links
    contattaci
    area riservata
     
  > IL MAGAZINE
    in questo numero
    articoli
    abbonati
     

trovate 66 news
vai a pagina 1234567891011

martedì 14 maggio 2013
Allegato newsletter N°5
giovedì 31 gennaio 2013
Kata “Shin Wa”
martedì 1 febbraio 2011
News DBN
mercoledì 1 dicembre 2010
CIBO: risorsa, rischio, cultura, arte
martedì 1 giugno 2010
La vecchiaia non è una malattia
mercoledì 25 marzo 2009
Shiatsu Do - Arte del Vivere


stampa la notizia

Ricorso Legge del Piemonte

Claudio Parolin - Shiatsu-do

Ultime notizie dal fronte istituzionale: il Governo ricorre contro la legge del Piemonte per le Discipline Bio Naturali.

Il Governo ha fatto ricorso presso la Corte Costituzionale contro la legge della Regione Piemonte n° 624 del 29/05/2004 Regolamentazione delle Discipline Bio Naturali;.
Il ricorso è finalizzato ad una eccezione di costituzionalità del contenuto della legge in quanto istituisce nuove professioni senza una legge di riferimento dello stato. La Giunta Regionale piemontese ha presentato a sua volta un controricorso.
Si sta riproducendo la situazione determinatasi nel 2002 relativamente alla legge sulle Medicine non Convenzionali approvata dal Consiglio Regionale del Piemonte successivamente annullata dalla Corte Costituzionale.

Abbiamo intervistato il presentatore della legge, il Consigliere Antonello Angeleri, che ci ha dichiarato:
D. A che punto siamo?
R. Il Governo ha presentato ricorso e ancora una volta non si è dimostrato lungimirante rispetto le possibilità di regolamentare una fascia di utenza, di cittadini e di operatori;  ci ritroviamo a dover resistere, ma l’abbiamo già fatto come Regione Piemonte e continueremo su questa strada.
Per fortuna possiamo contare anche sulla collaborazione del Presidente della Commissione Attività Produttive, on. Bruno Tabacci; all’interno delle competenze di questa Commissione Parlamentare si collocano le professioni. non regolamentate. Riuscire a ottenere un riconoscimento delle professioni oggetto della legge n° 624 risolverebbe automaticamente la materia e renderebbe inutile l’intervento della Corte Costituzionale.
D. Quali sono i tempi prevedibili?
R. Abbiamo già chiesto un incontro con l’on. Tabacci e subito dopo la pausa estiva cercheremo di attivarci immediatemente; i tempi politici sono difficilmente prevedibili ma conto di poter arrivare entro la fine dell’anno a risultati concreti, cioè il riconoscimento del naturopata, dell’operatore shiatsu ecc.. Con ciò stesso il ricorso cadrebbe in quanto la materia del contendere è la regolamentazione delle professioni.
D. Quindi non la professione unica dell’operatore in Discipline Bio Naturali, ma le professioni relative alle diverse discipline prese singolarmente?   
R. Certamente.



 SELEZIONA UNA PROVINCIA