home page
  origini  evoluzioni.asp  stili  
  > DA LEGGERE
    seminari
    fiere e convegni
    articoli
    il movimento
    biblioteca
    leggi e decreti
     
  > LE SCUOLE
    sedi
    corsi
    iscrizioni
     
  > I CENTRI
    sedi
    iscrizioni
     
  > GLI OPERATORI
    elenco operatori
    iscrizioni
     
  > GLI ALBI
    ass. di operatori
    ass. di scuole
    altro
     
  > UTILITY
    negozio
    forum
    faq
    newsletter
    annunci
    offerte di lavoro
    photo gallery
    links
    contattaci
    area riservata
     
  > IL MAGAZINE
    in questo numero
    articoli
    abbonati
     

trovate 66 news
vai a pagina 1234567891011

venerdì 14 maggio 2004
Ultime dichiarazioni dell'On. F. P. Lucchese
venerdì 14 maggio 2004
I Conv. Medicine Complementari
giovedì 6 maggio 2004
L'On. Lucchese ha cambiato idea
mercoledì 7 aprile 2004
Emendamenti al PDL Lucchese
mercoledì 24 marzo 2004
Esperienza di volontariato
martedì 23 marzo 2004
Comunicato FNOMCeO


stampa la notizia

I Conv. Medicine Complementari

Lorenzo Argolini - Mondo Shiatsu

STUDI OSSERVAZIONALI DI MEDICINA COMPLEMENTARE

"Recenti dati dell’OMS (2003) indicano la grande diffusione della Medicina Complementare nel mondo e in particolare la sua importante estensione ai paesi industrializzati. Infatti, oltre il 48% degli Australiani, il 70% dei Canadesi, il 42% degli Statunitensi, il 38% dei Belgi, il 75% dei Francesi ed il 15% degli Italiani ricorre alla medicina complementare almeno una volta all’anno. Il mercato globale per le medicine complementari si aggira attorno ai 60 miliardi di dollari annui. 


A fronte di questa grande diffusione, tuttavia, la posizione dell’OMS è sempre stata quella di considerare "eticamente inaccettabile il sostegno di pratiche terapeutiche, se la loro sicurezza ed efficacia non è pari almeno a quella di altre terapie disponibili" (WHO Guidelines on Safety of Acupuncture, Cervia, 1996) (WHO/EDM/TRM99.1)


Diventa ineludibile, dunque, il mandato di integrare gli aspetti della ricerca connessi con la medicina complementare con quelli della medicina scientifica. A questo scopo è necessario promuovere:
- una revisione dei dati disponibili in letteratura
- ricerche etnofarmacognosiche e botaniche
- ricerche cliniche e di base sulla sicurezza
- ricerche cliniche sulla efficacia


(WHO General Guidelines for methodologies on research and evaluation of TRM, Hong Kong, 2000) (WHO/EDM/TRM2000.1)


In questo contesto, Regione Lombardia, con delibera n. VI/48041 del 4l 04.02.00, ha attivato un percorso di valutazione nel campo della medicina complementare. Ha utilizzato lo strumento metodologico dello studio osservazionale, al fine di approfondire le conoscenze relative alla medicina complementare e nell’intento di fornire criteri di sicurezza ed efficacia, in grado di tutelare tanto i cittadini quanto gli operatori stessi. Gli studi presentati e valutati, molti dei quali realizzati in strutture sanitarie pubbliche, hanno superato il centinaio utilizzando l’agopuntura, l’omeopatia, la fitoterapia, l’omotossicologia, lo shiatzu, etc…


Questo primo importante contributo clinico sperimentale costituisce un patrimonio di base su cui innestare ulteriori iniziative. Per questi motivi, il Centro di Ricerche in Bioclimatologia Medica, Biotecnologie e Medicine Naturali dell’Università degli Studi di Milano, struttura Collaborante dell’OMS per la Medicina Tradizionale e Consulente Tecnico di Regione Lombardia, ha organizzato il Convegno Internazionale sul Tema " Ricerche in Medicina Complementare in Lombardia. Valutazione dei fondamenti scientifici dell’efficacia", i cui Atti sono raccolti nel presente volume. "

Questa è la prefazione agli Atti del "I Convegno Internazionale sulle Ricerche di Medicina Complementare in Lombardia", tenutosi a Milano il 14 Maggio 2004, nella Sala Napoleonica di Palazzo Greppi.Sono stati presentati diversi Studi Osservazionali basati sull’utilizzo di Agopuntura, Omeopatia, Shiatsu ed altre discipline.


Si tenga conto che, nella stragrande maggioranza, i circa 150 presenti erano medici che hanno ascoltato con interesse e simpatia le varie presentazioni.C’è da sottolineare che, ovviamente, si sono presentate situazioni in cui i riferimenti utilizzati appartenevano a modelli culturali molto diversi.

Per esempio, nello Studio Osservazionale "L’analgesia in travaglio di parto: la idropuntura", si parla di aghi messi a dimora in vari punti fra cui diversi sul Percorso Energetico Ren Mai. E ancora, si parla di Cun come metodo per trovare i punti da stimolare.
In entrambi i casi si tratta di informazioni ignote alla classe medica.Altro esempio, nello Studio Osservazionale presentato da Sergio Bertoncini del C.I.Te.S., "La Terapia Shiatsu nella Lombalgia", dove sono evidenziate delle situazioni tipicamente energetiche, infatti , cito dagli Atti:


"In base ai principi della Medicina Tradizionale Cinese sono stati evidenziate quattro sindromi e i casi sono stati suddivisi in questo modo:
- Carenza di yin del Rene  21 pz. (42%)
- Stasi di Qi e Sangue  13 pz. (26%)
- Carenza di Qi del Rene  12 pz (24%)
- Ritenzione di Freddo Umido  4 pz. (8%)."



 SELEZIONA UNA PROVINCIA